I Canarini presentano la nuova stagione 2017-2018. “Con noi, non solo calcio”

0

ROCCA DI PAPA – Gentili: “I ragazzi rimarranno a Rocca di Papa anche non dovessimo vincere il bando”

I Canarini Rocca di Papa 1926 hanno presentato in aula consiliare la nuova stagione calcistica 2017-2018. Introdotto da Mario Castri, l’incontro, a cui erano presenti un gruppo di ragazzi della scuola calcio, cittadini, genitori, istruttori, associazioni del territorio e personaggi legati alla storia del calcio roccheggiano, ha sciorinato le direttive per il prossimo anno, ricco di iniziative e di un rinnovato entusiasmo.

Il Presidente Antonio Gentili ha voluto subito chiarire le novità che stanno emergendo in queste ultime settimane in città. “Come sapete – ha esordito – in questo momento esistono due visioni diverse del modo di intendere il calcio nella nostra città. Noi andiamo avanti con il nostro progetto. Le figure che mancano o che mancheranno saranno rimpiazzate. Ormai c’è la certezza che ci sarà un bando. Voglio affermare che chiunque vinca potrà contare su tutti i ragazzi del paese che vogliono giocare a calcio. Non dobbiamo dividere le forze del territorio. La nostra linea, anche se non si dovesse arrivare a meta, è che i giovani debbano restare in città. Tuttavia noi abbiamo un progetto ben definito e di ampio respiro. I Canarini non saranno solo calcio, ma attraverso questo sport attueremo un volano che coinvolga tante altre realtà”.

Presenti in sala i rappresentanti de l’Associazione L’Aquilone Rosa, Rocca Bike, Confraternita, Avis, Gruppo Archeologico Latino, Associazione Commercianti e Podistica. “Vivere il campo sotto tutti i punti di vista – ha detto Gentili – sarà la nostra priorità, allargando la cultura delle problematiche della società a genitori e ragazzi”. Mariachiara Cecilia, in rappresentanza de “L’Aquilone rosa”, ha spiegato che i ragazzi saranno coinvolti in un progetto innovativo: allargare i temi del bullismo o delle violenza di genere come metodo di sensibilizzazione nelle nuove generazioni. Annunciata anche la collaborazione con il GAL per fare in modo che i giovani conoscano e si sentano rappresentati dai siti e dalle bellezze del territorio attraverso escursioni e gite. Anche l’Avis e i Commercianti hanno portato la propria solidarietà e la propria adesione alle iniziative della “Gialla”. Gentili ha sottolineato come si proverà, attraverso il sostegno economico dell’iniziativa “Adotta una squadra”, a coinvolgere le attività produttive del territorio nella partecipazione al progetto generale. Anche Confeaternita, Rocca Bike e società Podistica avranno il proprio ruolo partecipe e da protagonisti in questo circuito virtuoso che vuole mettere a disposizione il campo comunale ipotizzando anche la realizzazione di un centro estivo.

Molto applauditi ed apprezzati gli interventi di Bruno Brunetti e Aldo Gatta, figure storiche del calcio di Rocca di Papa, i quali hanno ribadito quanto sia bello il calcio a livello giovanile. “Un buon allenatore – ha detto Gatta- deve stare nei panni del bambino. Una società può essere anche scuola di vita per i genitori e i giovani. Dividere in tre un potenziale è inutile – ha detto – si deve andare tutti in un’unica direzione”. Anche il Presidente Gentili, a tal proposito, ha voluto rimarcare quanto la sua società farà del tutto per ricomporre le divisioni.

E’ intervenuto inoltre il Presidente del Consiglio Comunale Massimiliano Calcagni: “Noi siamo vicini al valore che rappresenta il calcio a Rocca di Papa. Purtroppo va detto che le voci che ultimamente corrono sono penalizzanti. Ci vuole pazienza da parte dei genitori e dell’ambiente per rafforzare la tematica e riportare i ragazzi che sono andati via da Rocca di Papa al campo. L’amministrazione sta sostenendo il suo impegno, innanzitutto reperendo i fondi per la sistemazione della struttura. Se si potessero unire le forze sarebbe la cosa migliore per tutti, sopratutto per la città”

Il Presidente Gentili ha ribadito l’impegno a rinnovare lo spirito di dialogo con tutte le realtà esistenti e ha dato appuntamento alla presentazione del “Trofeo Città di Rocca di Papa”, consapevole che il futuro sarà comunque dentro la comunità e per mantenere viva e forte una tradizione sportiva che dura da oltre 90 anni.

(Comunicato tratto dalla Pagina Facebook dei Canarini)

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com