Rocca di Papa – Questione campo sportivo, il Calcio a 5 precisa: “Noi estranei alla contesa”

1

ROCCA DI PAPA /Attualità – In merito alla diatriba sorta sul futuro del campo comunale dei Campi d’Annibale, dove si annodano le mire di più società calcistiche, la società Rocca di Papa Calcio a 5 (Draghi), per bocca del presidente Dante Guidi, ha tenuto a specificare la sua estraneità alla questione.

“Per quanto riguarda il Gavini Lionello noi siamo assolutamente neutrali nella vicenda e posso garantire che nè io nè la mia società interverranno mai nelle questioni delle altre società sportive di Rocca di Papa – ha commentato il presidente -. Non abbiamo alcun interesse a prendere il controllo o a intrometterci nella gestione dell’impianto del Calcio a 11. Chiediamo solo di poter continuare a fare sport come abbiamo sempre fatto, senza pesare sulla comunità o attingere a risorse comunali”.
 
“La struttura del Calcio a 5 è stata costruita interamente da mio padre (Gianfranco Guidi) esattamente 28 anni fa, completamente a sue spese senza l’ausilio di risorse comunali. A tutt’oggi siamo l’unica realtà roccheggiana che perdura dal ’90, non pesando affatto sulla comunità.
Facciamo tutto per passione sin dall’inizio e ancora oggi non chiediamo al Comune di Rocca di Papa, se non considerazione e rispetto per i risultati umani e sportivi conseguiti in tutto questo tempo”.
 
“Colgo infine l’occasione per ringraziare Il Grillo – ha concluso Guidi – per l’interesse profuso in questi anni per il calcetto, cosa che non è mai avvenuta da parte di altri giornali roccheggiani”.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com