Rocca di Papa – Caso Giannone: le forze politiche chiedono le dimissioni del vicesindaco e assessore all’Urbanistica

1

ROCCA DI PAPA / Attualità – E’ scoppiato nei giorni scorsi a Rocca di Papa la questione del conflitto di interessi dell’assessore all’Urbanistica e vicesindaco Veronica Giannone. La vicenda, portata alla luce sulle pagine del mensile locale “Il Segno”, vede il marito dell’attuale amministratore della città coinvolto in un abuso edilizio. Sulla vicenda tutte le parti politiche si sono espresse duramente, chiedendone anche le dimissioni.

“L’abuso edilizio non sanabile sembrerebbe per la trasformazione di cantine in abitazioni e le vicende giudiziarie correlate ad una presunta vendita degli immobili gravati dall’abuso stesso interesserebbero lo stabile un cui la Giannone risiede e di proprietà del marito – ha scritto la consigliera del Pd Silvia Marika Scimaplicotti -. La Giannone è stata bocciata alle elezioni eppure il Sindaco l’ha nominata numero 2 della Amministrazione.
Rocca di Papa è stata ingannata da una falsa promessa di cambiamento. Rocca di Papa non merita questo.
Se la Giannone, che è al Comune al servizio della città, non ha l’umiltà di fare un passo indietro e di dimettersi il Sindaco deve fare un atto di coraggio e rispetto per i cittadini”.

“Il vicesindaco e Assessore all’Urbanistica Veronica Giannone in un anno si è vista e sentita poco, anche perché ha assunto un incarico su cui non ha competenze (e qui la colpa del sindaco Crestini) – hanno detto quelli di Obiettivo Cittadini Territorio – . A parte una dichiarazione video sul caso abusivi (non risolto perché non si può risolvere), poco ricordiamo delle sue gesta…. Ora però una nuova questione è emersa attraverso “Il Segno” ed è ben più grave, se confermata, riguardante la pratica 176 di condono edilizio relativa ad un edificio del consorte, su cui penderebbero altri due abusi che avrebbero trasformato una cantina in appartamenti, addirittura già venduti. Una posizione di conflitto d’interesse, se accertata, piuttosto grave. Anche in questo caso la nostra richiesta è la sospensione dell’incarico o direttamente le dimissioni. Non crediamo che con queste ombre si possa amministrare serenamente….. Un passo indietro è gradito”.

E’ di oggi, infine, la netta presa di posizione di Fratelli d’Italia: “Preso atto che il vicesindaco nonché assessore all’urbanistica Veronica Giannone, pur in presenza di grave conflitto di interesse, non ritiene, almeno, di autosospendersi – recita una nota del Direttivo – in attesa del chiarimento della propria posizione, ne ha ritenuto di dare, finora spiegazioni ai cittadini: considerato, peraltro, che l’assessore al Bilancio Rossetti è stato sanzionato per gravi passate inadempienze, riferendoci anche all’Hub di Mondo Migliore (fatto passare per centro di smistamento), al tema antenne, ed alla da noi richiesta dislocazione (disattesa) dei camion dell’immondizia all’inizio di Via Roma; visto che la nostra formazione politica non è stata convocata, malgrado il sollecito, per un chiarimento interno, Fratelli d’Italia Rocca di Papa delibera di ritirare il sostegno alla giunta di governo del Comune di Rocca di Papa, ribadendo la propria dissociazione ed estraneità riguardo agli atti finora emersi.”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com