Campo sportivo nella polemica, salta il “Trofeo Città di Rocca di Papa”

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Il mondo del calcio è ancora in agitazione a Rocca di Papa, dopo che in queste ore si è diffusa la notizia della cancellazione del consueto torneo “Città di Rocca di Papa”, che ogni anno vedeva giungere al campo sportivo “Gavini Lionello” le più importanti squadre del territorio.  

Dai vertici comunali giungono al momento informazioni sommarie, circa la mancanza dei requisiti di agibilità e sicurezza delle strutture del centro sportivo dei Campi d’Annibale. “E’ un problema vecchio che stiamo cercando di risolvere – ha riferito il sindaco Emanuele Crestini -. Abbiamo già chiesto un finanziamento al Credito Sportivo e sembra che ce lo abbiano concesso”.

In realtà però alla società calcistica Canarini non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale se non messaggi privati, e attendono di fare luce sulla questione che ha portato all’impedimento delle attività.

 “E’ una decisione grave e  fortemente lesiva del mondo delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi – ha commentato l’ex primo cittadino Pasquale Boccia – nonché della storica Polisportiva e delle altre società che usufruiscono dell’impianto.
La mia esperienza precedente da Sindaco mi porta ad evidenziare che il modello che è stato introdotto e realizzato negli ultimi anni, frutto di una ricerca e di una sperimentazione concreta, ha consentito e deve consentire ancora di valorizzare e mettere la struttura al servizio dei cittadini e  promuovere le discipline sportive con una forte valenza educativa e di sviluppo della comunità e dell’aggregazione sociale.
Ricordo agli attuali amministratori che aver promosso sotto l’indirizzo del comune il coinvolgimento e l’assunzione di responsabilità della società sportiva rinnovata, dei genitori, degli allenatori e dei dirigenti nell’interesse esclusivo dei ragazzi, ha consentito di dare un nuovo volto all’impianto anche attraverso la bonifica realizzata a proprie spese dai volontari.
Ciò ha aperto una nuova stagione, ha creato nuovi spazi d’incontro e di sviluppo della comunità, ha permesso di esprimere valori quali il senso di appartenenza e di orgoglio dei propri colori a tutto vantaggio di un ambiente che altrimenti avrebbe potuto seguire strade di emarginazione.
La chiusura improvvisa dell’impianto testimonia ancora una volta come il capo dell’amministrazione dimostra una mancanza di capacità di ascolto e di sensibilità per le esigenze dei  cittadini che dovrebbe amministrare.
Non ci si improvvisa amministratori, dopo un anno non è più possibile scaricare sulle precedenti gestioni responsabilità non meglio precisate, occorre dimostrare con i risultati le proprie capacità gestionali che evidentemente latitano.
Amareggia soprattutto che il comportamento complessivo  dell’amministrazione stia  producendo frammentazione e un clima di scontro continuo, provocato dal dispensare false aspettative che danneggiano i roccheggiani.
Il tessuto sociale di Rocca di Papa  viene depauperato e ferito , invito per questo i cittadini a prenderne atto, a  reagire  per il bene comune attraverso un nuovo protagonismo civico costruttivo e propositivo.
Infine vorrei ringraziare tutti coloro ( Presidenti, dirigenti e allenatori) i quali hanno contribuito alla costruzione e alla vitalità di una comunità sportiva e invitarli a non arrendersi e a ritrovare le ragioni e i valori di unità alla base di quella che è stata un’ esperienza di successo”.     

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com