Regionali – Delusione per la lista di Sergio Pirozzi: ‘Un Festival del riciclo’

0

REGIONALI – Non solo sorrisi e strette di mano, ma anche imbarazzo e volti tirati, nel pomeriggio di ieri, al palco dell’Atlantico Live, quando è andata in scena la presentazione dei comitati a sostegno della candidatura di Sergio Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio.

In attesa di capire cosa farà il resto del centrodestra, ancora proteso a sfogliare la margherita, tra chi propende per la carta Gasparri e chi preferirebbe virare su Rampelli, c’è chi continua a caldeggiare una candidatura unica, il cui alfiere ideale potrebbe essere proprio l’attuale sindaco di Amatrice. Eppure tra gli applausi che hanno accompagnato Pirozzi sul palco di viale dell’Oceano Atlantico non è mancato chi ha storto la bocca dinanzi ai nomi di coloro che comporranno la Lista Pirozzi Presidente. Dalla rosa dei nomi più che il rinnovamento tanto auspicato sono emersi i nomi di una politica d’antan, con la riesumazione di tanti volti e nomi riciclati addirittura dall’esperienza della Lista Polverini. Una nomenclatura che, restando tale, è prevedibile possa far fatica a toccare le corde degli elettori, se è vero che oltre a Roberto Buonasorte, braccio destro di Storace, la lista sembra essere stata infarcita di personaggi che hanno fatto fatica a trovare il gradimento di altri partiti, dai quali in molti casi sono stati invitati ad uscire.

Da Perazzolo a Miele, tanti i professionisti della politica rimasti senza poltrona che hanno dato l’idea di inserire nella lista un proprio riferimento, andando ad occupare gli spazi di un’aggregazione che appare distante rispetto ai propositi di novità espressi da Pirozzi. Un “Festival del riciclo”, quindi, per alcuni dei presenti, che si trovano ad auspicare un ripensamento da parte del Primo cittadino amatriciano, chiamato a mostrare i muscoli non solo coi potenziali alleati, ma anche a dare un taglio con personaggi che hanno già fatto il loro tempo e che certamente sarebbero invisi ad un elettorato che ha ormai imparato a decriptare chi rappresenta una novità e chi, al contrario, si è solo rifatto il trucco pur di rispolverare la propria attitudine a non poter fare a meno del carrierismo politico.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com