L’Università di Uppsala, Svezia, ha condotto uno studio che ha chiarito come il nostro DNA va ad influire anche su come il grasso viene “guidato” dal corpo. Non è un caso che nelle donne si concentri più sui fianchi e sulle gambe, mentre gli uomini sono più soggetti alla cosiddetta “pancetta”.

L’influenza dei geni sul grasso è più evidente tra le donne. I ricercatori spiegano: “Fino ad oggi si pensava che tutto ciò fosse soltanto l’effetto di ormoni sessuali come gli estrogeni, ma presto abbiamo intuito quanto sia forte l’influenza dei geni tra le donne. Questi geni vanno ad agire sulla matrice extracellulare che decide poi su come “distribuire” il grasso in eccesso nelle varie parti del corpo.

I ricercatori svedesi hanno poi sottolineato che sia per gli uomini che per le donne i rischi di ammalarsi sono maggiori, con problemi cardiovascolari che però paradossalmente sono “evitati” proprio nelle donne grazie a questa sorta di scudo su gambe e fianchi.